Volley: il virus ferma il memorial, ma la Stars non dimentica

MORTARA - Giuseppe Viola, “Peppino” per tutti, è un nome che nella storia della Stars Volley ha un peso specifico differente rispetto a molti altri. Fondatore della società nel 2013, era un tiepido aprile, padre dell’attuale direttrice generale e allenatrice Michela Viola, suocero dell’oggi presidente Nico Marseglia, ma soprattutto marito di Liliana Fontana, che ha ereditato con coraggio l’oneroso compito di rimanere comunque nel direttivo sociale della Stars Volley. Domenica per il quinto anno l’ultima nata sottorete dei sodalizi mortarese avrebbe ricordato Giuseppe Viola (nella foto) giocando, all’insegna del divertimento che fa superare la tristezza di un lutto che, nonostante il tempo passi ogni anno, non sbiadisce. “Non abbiamo nemmeno iniziato i preparativi per il memorial - commenta il presidente Nico Marseglia - a causa dell’emergenza sanitaria. Al torneo, oltre alle due società che abitualmente lo organizzano, oltre a noi della Stars anche la Florens Vigevano, avrebbero partecipato le società pavesi affiliate alla Fipav, ma il sogno è più grande. In vista di un evento che è solo rimandato, ma tutt’altro che annullato, e che nella prossima edizione sarà una vera e propria festa dello sport, con l’invito esteso anche alle realtà pallavolistiche di altre province”. Per ora, il ricordo di Giuseppe Viola vive comunque nella memoria di chi l’ha conosciuto, in attesa di ricordarlo anche in campo. Nell’ambito sportivo, aveva ricoperto anche l’incarico di presidente della Pallavolo Mortara, raggiungendo il traguardo più alto con la promozione in Serie C2 femminile. Fino alla sua scomparsa, inoltre, aveva vissuto una decennale amicizia con Claudio Sala, attuale dirigente della Florens Vigevano.

Riccardo Carena