Viola la quarantena per andare al motel con l’amante: beccato!

Più che la moglie potè il Covid. A finire nei pasticci è stato un uomo che pur di incontrare l’amante ha violato gli obblighi della quarantena. Il fedifrago, un 56enne originario della provincia di Varese, aveva pensato bene di percorrere più di 100 chilometri per arrivare in Lomellina e trascorrere una notte d’amore con la sua amante... ma non aveva fatto i conti con la quarantena. E’ quanto successo venerdì scorso, 15 aprile, in un motel della zona. Qui è arrivato l’uomo, positivo al Covid, con la propia amante per trascorrere una notte di passione sfrenata. Ma, si sa, il diavolo fa le pentole... ma non i coperchi. Una volta registrati i documenti dei due ospiti, la struttura ha trasmesso le generalità alle Forze dell’Ordine. E qui la scoperta: il cervellone elettronico ha rivelato che l’uomo aveva violato la quarantena. Dopo una manciata di minuti dal loro arrivo, i due amanti hanno sentito bussare alla porta di quella che era diventata la loro alcova. Non era Cupido, ma i carabinieri che hanno prelevato il 56enne per portarlo al comando dove è stato denunciato per inosservanza del provvedimento dell’autorità sanitaria e sanzionato con una multa da 400 euro. Resta da capire se la donna fosse a conoscenza della positività del suo amante.