Vigevano: l’Arpa sequestra la maxidiscarica abusiva

VIGEVANO – Sequestrata una discarica abusiva di 500 metri cubi. L’operazione è stata messa a segno lunedì scorso, 25 maggio, dagli ufficiali di polizia giudiziaria di Arpa Lombardia. “Un altro colpo messo a segno per la tutela del territorio. – commenta Stefano Cecchin, presidente di Arpa – Ho sentito personalmente i nostri tecnici che mi hanno confermato che al momento non vi sono problematiche ambientali; è stato, invece, identificato dalla Polizia locale il proprietario di una ditta individuale che negli anni aveva dato il via al deposito abusivo”. L’operazione si è svolta con l’ausilio dei droni e ha visto la collaborazione tra Arpa, la Procura di Pavia e la Polizia locale vigevanese. L’occhio “volante” dei droni ha permesso di individuare in un terreno agricolo una discarica abusiva di 500 metri cubi, sparsi in un’area complessiva di 1.500 metri quadrati. “Queste azioni – ribadisce il presidente di Arpa Lombardia – sono l’ennesima prova, come ho avuto modo di evidenziare nei giorni scorsi anche al prefetto e al sindaco di Pavia, che il lavoro dell’Agenzia ambientale sul territorio pavese sta dando risultati eccellenti. Il modello pavese, come è stato definito in questi anni, funziona egregiamente, soprattutto se viene svolto in sinergia con le amministrazioni comunali e l’ausilio delle nuove tecnologie di osservazione terrestre come i droni”. “I miei ringraziamenti – conclude Stefano Cecchin – vanno al sindaco di Vigevano, Andrea Sala e alla Prefettura di Pavia che ci ha sempre supportato. Sono convinto che la cooperazione con le diverse istituzioni e il lavoro sinergico rappresentino la strada giusta per la tutela ambientale”.