Via Roma: falsa partenza, il cantiere slitta a dopo Pasqua. E Vecchio aggiusta altre 3 strade

MORTARA - Nuovo porfido in via Roma: conto alla rovescia per l’avvio dei lavori. Però il cantiere, inizialmente annunciato per il primo aprile, parte già in ritardo. Ma almeno parte. La nuova data è quella di martedì 6 aprile. Appena dopo Pasquetta. L’intervento porterà al rifacimento del porfido dall’inizio di via Roma (altezza Tigotà) fino a piazza Silvabella, all’altezza del bar Cum. Complessivamente un tratto di circa 100 metri. “Una volta rimossa la pavimentazione – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Marco Vecchio – inizieranno i lavori sui sotto servizi. AsMortara si occuperà della rete fognaria che sarà sostituita e ammodernata. Anche l’Enel è stata contattata in sede di Conferenza dei servizi e si occuperà della manutenzione relativa alla sua parte di competenza. Infine, terminate le opere nel sottosuolo, sarà posato il nuovo porfido. La stima approssimativa per la durata dei lavori è tra i 45 e i 50 giorni. In ogni caso per tutto il periodo di durata dell’intervento l’accesso ai negozi e agli uffici che insistono sul tratto interessato sarà sempre garantito. I marciapiedi saranno sempre agibili. E cercheremo di ridurre al minimo i disagi per i cittadini”. In contemporanea alla posa del nuovo porfido l’assessore ai Lavori pubblici ha previsto anche la sistemazione delle parti più ammalorate di via XX Settembre, via San Lorenzo e di corso Cavour. “Non si tratta – aggiunge Marco Vecchio – dei soliti tacconi, come si dice in gergo, ma del ripristino dei cubetti di porfido sigillati con una resina specifica. Un lavoro ben fatto che costerà alle casse comunali circa 22mila euro. Il primo lotto di via Roma, invece, è sponsorizzato dalla nostra ex municipalizzata”.

Luca Degrandi