Tromello: la corale “Don Pietro Cerri” sbarca su Youtube

TROMELLO – La corale esiste da trent’anni, adesso si aggiorna alle nuove tecnologie e soprattutto all’obbligo di non cantare tutti insieme. La Don Pietro Cerri di Tromello debutta su YouTube con “Se crederai”, un classico di repertorio eseguito durante il periodo del lockdown insieme al Trio on the Road, ensemble al femminile di violino, violoncello e flauto. “Personalmente ho sempre molto apprezzato il concetto del video a scacchiera – spiega il direttore della corale, Luca Carbonino – e questa tipologia di video non è certo una novità, diversi artisti ne pubblicano da anni, con risultati a volte di grande effetto. L’aspetto più interessante è che si riesce a dare risalto anche visivo a ogni componente della struttura musicale, lo spettatore vede in un colpo d’occhio e in modo chiaro tutto, o quasi, quello che sta dentro l’esecuzione. Durante la quarantena è stato piacevole vedere su YouTube una fioritura di questi video. Oltre ai vari artisti professionisti, anche molti cori hanno usato questo strumento per dimostrare che, anche se distanti, in questo periodo di “pausa” si può continuare a portare avanti insieme il proprio progetto musicale e, per quanto riguarda i cori liturgici, anche la propria missione spirituale”. Il brano “Se crederai”, forse il più noto del film di animazione “Il Principe d’Egitto”, era già ben conosciuto dalla corale di Tromello. Parla di speranza nei momenti più cupi, come la schiavitù e l’esodo degli ebrei sotto il giogo del faraone. Una condizione non così lontana, con le dovute proporzioni, alle tante restrizioni odierne. La corale Don Pietro Cerri nasce da un gruppo di ragazzi che si trovava per animare la messa alla fine degli anni ‘80. Prima era “San Martino”, poi è stata intitolata al parroco tromellese scomparso nel 2004. “La parte principale della nostra missione come corale è l’animazione liturgica – prosegue Carbonino – ma qualche volta organizziamo concerti e iniziative varie, quasi sempre a Tromello. Abbiamo messo in scena lo spettacolo “In Principio” del 2015 insieme al coro Vivace con Brio di Garlasco, sul tema della creazione. Gli anni successivi abbiamo organizzato alcune iniziative estemporanee, come i flash mob in piazza nel periodo natalizio e un piccolo intervento l’anno scorso all’apertura dello spettacolo Tromello Cartoon. Nello scorso Natale abbiamo proposto lo spettacolo “Cerry Christmas”, che è un gioco di parole con il nome della corale. Quella del video è stata un’esperienza piacevole, che ci ha insegnato alcune cose e siamo felici nel vedere l’apprezzamento che ha ricevuto. Non escludiamo di fare qualcosa del genere in futuro. Il vantaggio indiscutibile è che un lavoro fatto una volta e caricato su YouTube resterà lì per anni. Come per gli spettacoli, la finalità è sempre la stessa: organizzare per mezzo della musica qualcosa che possa arrivare a più persone possibili”.

Davide Maniaci