Tari azzerata per i più colpiti, Francese spernacchia Mortara: da noi meno 40%

ROBBIO - Spazzatura gratis. Esenzione completa per i commercianti restati chiusi per il lockdown. Sconto parziale anche per gli altri. La giunta decide ed è inamovibile, cento per cento di sconto della Tari per le attività rimaste totalmente chiuse nel 2021, come bar, ristoranti, centri estetici o palestre. A trarre vantaggio saranno anche i negozi che, nonostante l’apertura contingentata, hanno comunque subito almeno secondariamente delle perdite, come gli studi fotografici o i negozi di abbigliamento. Al dieci per centro invece tutti gli altri, come architetti e geometri. La decisione dell’amministrazione è quella di chi vede con occhio realistico i danni subiti da chiunque, non solo direttamente, per chiusure forzate, ma, più in generale, per gli effetti generati dalla pandemia a tutto tondo. Si è ritenuto perciò stesso giusto dare un mano a tutti, ed una mano, soprattutto, che non si riducesse al mero gesto di donare una somma di denaro aggiuntiva a quel poco che il Governo porgeva come aiuto. Lo sconto Tari così generoso ha, per il Comune, un costo solamente parziale, che diventa poi l’orgoglio di chi è riuscito a portare Robbio a tali livelli di efficienza. “Ogni anno - ha spiegato il sindaco Roberto Francese (nella foto) - la città risparmia fino a 300mila euro sulla tassa rifiuti da ormai quattro anni. Avendo visto anni fa ormai che il servizio del Clir andava peggiorando e che, invece, i costi aumentavano, abbiamo deciso di uscirne, attirandoci le critiche dei Comuni circostanti, ma arrivando, di fatto, ad un risparmio attuale di un milione e duecentomila euro totale. Possiamo quindi agevolare i nostri commercianti scontando loro le spese, mentre gli altri Comuni stanno ancora pagando per il Clir che cola a picco. Chi non si è mosso per tempo non può invece agevolare come da noi, migliorando i servizi ed abbassando le tasse. Basta anche solo vedere le tariffe pagate da una famiglia di quattro perso che vive in una casa da 100 metri quadrati, a Robbio si risparmia il 40 per cento rispetto a Mortara”. “Il merito - non ha esitato a ribadire Roberto Francese (nella foto) - è certo anche dei cittadini, che sanno dove dirigersi e come scegliere. Nessuna azienda è fallita qua a Robbio, ma ne sono anzi nate due, creando più di trenta nuovi posti di lavoro e favorendo il commercio locale”.

Gabriele Tocchio