Strade colabrodo, dalla stima in Provincia il conto per le 11 secondarie è di tre milioni e mezzo

LOMELLO – Servirebbero tre milioni e mezzo di euro per la manutenzione straordinaria di undici strade secondarie a rischio di chiusura.

La cifra complessiva emerge dallo studio di pre-fattibilità sovracomunale che a breve sarà presentato alla Provincia da 15 Comuni lomellini: Borgo San Siro, Castelnovetto, Cozzo, Ferrera Erbognone, Lomello, Mede, Nicorvo, Pieve Albignola, Sartirana, Semiana, Suardi, Valle, Velezzo, Zerbolò e Zinasco. Il tavolo tecnico coordinato dalla vice presidente della Provincia Daniela Bio e dal sindaco di Nicorvo Michele Ratti si è avvalso della collaborazione tecnica e gratuita del geometra Alessandro Torrini.

“Abbiamo sintetizzato alcune considerazioni – spiega Ratti – sullo stato di conservazione e di mantenimento e sugli interventi ipotizzabili, fra cui nuovi guard rail e piazzole, miglioramento della segnaletica orizzontale e verticale, limite dei 30 chilometri l’ora e passaggio consentito ai residenti e alle aziende agricole. È chiaro che la cifra indicata potrebbe essere drasticamente ridotta dopo il necessario sopralluogo dei tecnici provinciali: io e gli altri sindaci abbiamo voluto presentare un progetto di massima, che ogni Comune approverà con una delibera di giunta da inviare poi a Pavia”.

Le provinciali coinvolte sono la 157 (da Nicorvo a Castelnovetto), 103 (da Cozzo alla frazione Celpenchio), 133 (da Valle a Cozzo), 150 (da Lomello a Velezzo), 78 (da Semiana a Sartirana), 177 (da Suardi a Frascarolo e Castellaro de’ Giorgi), 68 (da Scaldasole a Ferrera Erbognone), 16 (da Pieve Albignola a Scaldasole), 30 (da Mezzana Rabattone alla frazione Cascinotto Mensa di Pieve Albignola), 3 (da Parasacco di Zerbolò a Borgo San Siro) e 156 (da San Martino di Gambarana a Mede). “Ribadisco la necessità di una collaborazione operativa ed economica fra Provincia, Comuni, aziende agricole ed Est Sesia per tornare a garantire la piena percorribilità di queste strade”, conclude Ratti.

Umberto De Agostino