Stars Volley comunque in campo, quello della solidarietà: offerta alla Cri e social call contagiosa

Un hashtag è un cancelletto che si apre sul mondo. Lascia fuori il virus, ma fa entrare la solidarietà. E un hashtag che senza ombra di dubbio stravince con notevole distacco su tutti gli altri, dopo oltre un mese di emergenza da Coronavirus, è quello che inneggia all’ottimismo. Quell’andrà tutto bene che si legge più o meno dappertutto tra le righe virtuali, ma anche nelle realtà, sui balconi, alle finestre, scritto su lenzuola o cartelloni affissi ai palazzi di tutta Italia e oltre. Il mondo dello sport ha però adottato un altro motto, più personalizzato, con una campagna mediatica tanto poderosa quanto virale, in senso buono. E’ lo slogan #distantimauniti, interpretato con centinaia di variazioni sul tema da migliaia di atleti di ogni disciplina, età e categoria. Dai calciatori milionari agli sportivi della porta accanto. Quelli che non hanno stipendi da capogiro ma che, allo stesso modo dei colleghi più famosi, o forse anche un po’ di più, soffrono la mancanza del campo, il sudore degli allenamenti, il brivido della partita. La Stars Volley e tutti i suoi atleti, gli allenatori e i dirigenti stanno vivendo questo momento, come migliaia di altri attori del palcoscenico sportivo, con la consapevolezza di voler realizzare qualcosa di concreto. Non soltanto con una voce in più nell’oceano dei tweet, ma attraverso un gesto tangibile. “In questo particolare momento critico - rivela Nico Marseglia, presidente della Stars Volley - servono molti aiuti per combattere il noto nemico invisibile. Il mondo dello sport si sta compattando e anche le società sportive si stanno attivando sensibilmente, ognuno a suo modo, per dare il proprio contributo. Anche noi riteniamo sia il momento di scendere in campo con la nostra piccola, personale partecipazione economica a favore del Comitato di Mortara della Croce Rossa, nella speranza di sostenere con un gesto chi, in questo momento, sta aiutando tutti noi, ringraziando loro per il lavoro che svolgono ogni giorno, affrontando con alto senso del dovere anche tutti i rischi di un eventuale contagio. Siete grandi!”. L’offerta agli operatori della Croce Rossa è soltanto l’aspetto più tangibile della manifestazione di solidarietà dimostrato dalla Stars. Di certo è quello che sarà maggiormente utile, soprattutto per dotare il personale mortarese dei dispositivi di protezione indispensabili per operare con il migliori rischio possibile, ma c’è un’altra iniziativa che, senza dubbio, ha già avuto un notevole impatto. E’ quello del bellissimo collage fotografico con le immagini di alcuni atleti e allenatori del sodalizio mortarese. “L’abbiamo realizzato domenica - prosegue Nico Marseglia - un giorno che per noi fino a un mese fa era sinonimo di partite, campionati, gare. Per il momento, però, il campo dovrà aspettare e allora le nostre fantastiche Stelle della squadra di Seconda divisione femminile si sono rese testimonial della campagna #distantimauniti”. Le atlete e gli allenatori hanno posato simbolicamente allungando il braccio come a toccare qualcuno che non si vede ma che, di certo, è presente dall’altra parte dello schermo dello smartphone. Anche questo serve. Uniti, ma a distanza di sicurezza.