Staniamo il virus, 14 Comuni fanno il tampone in auto. I primi dati analizzati: 17,5% positivi

ROBBIO – Mezza Lomellina fa squadra “stanando il virus”. Sono quattordici i Comuni ad aver aderito ai “drive through”, i tamponi non molecolari che si fanno direttamente dal sedile della propria auto. Dopo Castello d’Agogna (l’idea è stata lanciata dal sindaco William Grivel) e Robbio nei due sabati scorsi e Sant’Angelo il prossimo, toccherà a Castelnovetto il 28 novembre e a Zeme il 5 dicembre. Oltre a questi paesi ci sono anche Breme, Candia, Ceretto, Cergnago, Cozzo, Langosco, Nicorvo, Rosasco e Sartirana. Finora 297 persone hanno deciso di prenotare. La precedenza viene data ai residenti. Poi, se c’è posto, anche ai “forestieri”. Il costo è di 25 euro, ai quali dovranno poi aggiungersene 60 per il test molecolare in caso di positività. I tamponi vengono effettuati da personale specializzato: i Comuni si avvalgono di un laboratorio di Vercelli. I primi esiti, quelli di Castello d’Agogna e di Robbio, vedono 52 positivi, il 17,5 per cento. Dati in linea con quelli nazionali. “Esiti poi tutti confermati dal test molecolare”, specifica il sindaco di Robbio, Roberto Francese. C’è anche un hashtag, #scoviamoilvirus. “Ero stato ostacolato in ogni modo – commenta il primo cittadino robbiese – quando mi sembra evidente che ad essere in ritardo siano le istituzioni. Il sistema sanitario è intasato. Non è ancora in grado di ascoltare le persone che hanno necessità urgente di sottoporsi al tampone, e che trovano occupati, per giorni, i numeri telefonici dedicati. I nostri esami, oltretutto, hanno costi bassi. Noi non guadagniamo niente, diamo solo un servizio che non sarebbe neanche di nostra competenza”. A Sant'Angelo la griglia di partenza sarà in piazza Cavour. Questa mattina, 21 novembre, dalle 11 e 30 i tecnici di Onilab effettueranno il test a quanti si presenteranno sulla propria autovettura. “Al momento abbiamo già un centinaio di iscritti che non hanno potuto presentarsi a Robbio e Castello d’Agogna. - anticipa il sindaco Matteo Grossi - Per gestire al meglio le operazioni, abbiamo coinvolto i volontari della protezione civile che si preoccuperanno di garantire l’ordine”. Il costo del tampone rapido è di 25 euro, in caso di positività potrà essere svolto in loco il test con il tampone molecolare: questo esame ha un costo di 60 euro. Sarà possibile effettuare il pagamento in contanti o tramite carta di credito e Bancomat.