Stangata al ristorante cinese con lavoratori in nero (e senza pass) e cibi mal conservati


MORTARA – Lavoratori in nero e senza green pass, irregolarità nella conservazione dei cibi: 3.500 euro di multa al ristorante cinese. Nella serata di venerdì scorso, 25 marzo, è scattato il blitz dei carabinieri della stazione di Mortara con il personale del Nucleo ispettorato del lavoro e dei Nas di Cremona.

Nel locale mortarese hanno scoperto che alcuni lavoratori prestavano servizio senza alcun tipo di regolarizzazione. Inoltre alcuni dipendenti non avevano sostenuto la visita medica e i corsi di formazione. Come se non bastasse, sono state riscontrate violazioni delle misure anti Covid: alcuni dipendenti sono stati sorpresi con il green pass scaduto.

L’accertamento di queste violazioni porta alla sospensione delle attività fino alla regolarizzazioni delle violazioni riscontrate. Le sanzioni contestate dal Nucleo ispettorato del lavoro, in caso di mancata regolarizzazione, totalizzano la cifra record di 31mila e 800 euro. I carabinieri del Nas, inoltre, hanno accertato violazioni amministrative legate alla conservazione dei cibi per un totale di 3mila e 500 euro.