Sport: la caccia che ci piace, si mira soltanto a sagome animali “3D”

ROBBIO - Scoccare decine di frecce e non fare male a una mosca. Perchè i bersagli sono tutti inanimati. Sagome animali bellissime, praticamente uguali agli esemplari vivi, ma realizzati in poliuretano espanso. Domenica il parco naturale Valpometto di Robbio, chiuso al pubblico per l’occasione, ha ospitato la gara 3D (si chiama così perché i bersagli sono appunto tridimensionali) organizzata dagli Arcieri dell’Olmo Mortara-Robbio, che dopo mesi di inattività sono finalmente tornati alle competizioni agonistiche.

La gara si è svolta su un percorso che ha interessato tutto il parco Valpometto, con 24 postazioni di tiro dove erano state posizione delle sagome di animali in 3D. Hanno partecipato 94 arcieri provenienti sia dalla Lombardia che dalle regioni limitrofe. A trionfare, per la specialità arco istintivo, categoria over 20 maschile, Enzo Lazzaroni degli Arcieri delle Alpi di Torino, nell’over 20 femminile Rossella Bertoglio degli Arcieri Lodigiani di Lodi, nell’under 20 maschile Andrea Rigamonti degli Arcieri Torrevilla di Monticello Brianza, provincia di Lecco. Nella specialità arco compound, categoria over 20 maschile Giuseppe Comi del The Bowmen di Trezzano sul Naviglio. Nell’arco nudo over 20 maschile, invece, Alessandro Rigamonti della Torrevilla, per l’arco nudo over 20 femminile Alessandra Florio dell’Every Archery di Milano, per l’arco long bow over 20 maschile Alberto Anselmi degli Arcieri Castello di Peschiera Borromeo, per l’arco long bow over 20 femminile Francesca Donà del The Bowmen di Trezzano, per l’arco long bow under 20 femminile, infine, la compagna di squadra Ludovica Di Carlo.

Alla prova di domenica hanno partecipato anche tre portacolori della compagnia cilavegnese degli Arcieri Telemachos. In gara il presidente del sodalizio Matteo Consiglieri che con 323 punti ha ottenuto l’undicesimo posto nella specialità arco nudo, categoria senior maschile over 20. La soddisfazione più grande per i Telemachos, però, è stata quella di aver fatto esordire due atleti alla loro primissima gara. Si tratta di Stefano Pronti e Matia Silva, che si sono misurati nella specialità arco compound, categoria senior maschile over 20. Stefano Pronti si è piazzato undicesimo con 414, mentre Matia Silva con 299 punti ha raccolto il 17esimo piazzamento finale.

Riccardo Carena