Sport, coach Pier Francesco Zanotti: "Aironi, ripartiamo da quanto di buono costruito quest'anno"

“Sulla fine dei giochi c’è ben poco da dire – spiega Pier Zanotti (nella foto), coach di Robbio, che milita nel secondo campionato regionale, quello di C Silver – non si può fare altro che prenderne atto, ed esprimere rammarico perché eravamo decisamente messi bene in classifica è un pensiero che non deve nemmeno sfiorarci, a fronte della grave situazione che l’Italia intera sta vivendo. E lo dico sinceramente, anche, e, forse, proprio perché io di basket ci campo, faccio parte di quella nutrita schiera di operatori del mondo dello sport che non possono essere definiti ‘professionisti’ tout court, ma che, in pratica, quello fanno nella vita. E’ chiaro che, finché all’orizzonte non si potrà intravedere un autentico segnale di possibile ripresa, parlare di futuro e di progetti riesce difficile, poi queste sono valutazioni che lascio alla dirigenza, ma, se si tratta di esprimere una mia personale sensazione, io penso che il cammino degli Aironi andrà avanti, perché ritengo che, in un certo qual modo, sia più facile ricostruire se, a monte, c’è un terreno davvero solido su cui farlo e Robbio, che ha sempre perseguito un indirizzo di sviluppo ‘sostenibile’, senza mai fare il passo più lungo della gamba ed è dotata di una dirigenza appassionata e sempre pronta a impegnarsi, saprà trovare la forza per risollevarsi anche per non vanificare quanto costruito quest’anno che, è giusto sottolinearlo, è stato importante”.