Si accoltellano e poi vengono denunciati

VIGEVANO – Due tunisini si accoltellano e vengono denunciati. L’episodio a tinte fosche si è svolto nella serata dello scorso 28 febbraio quando, intorno alle 20 e 45, i carabinieri sono intervenuti in via Donizetti, dove era stata segnalata la presenza di un tunisino sanguinante. Mentre i militari intervenuti sul luogo stavano cercando di ricostruire i fatti, che fin da subito hanno fatto intuire i contorni di una lite con accoltellamento, arrivava la segnalazione da una pattuglia del Commissariato di Vigevano di un altro tunisino accoltellato soccorso in via dei Mulini. E se la matematica non è un’opinione, uno più uno fa sempre due. Dopo le immediate e complesse indagini, i carabinieri hanno potuto ricostruire la vicenda: il tunisino soccorso in via Donizetti, un operaio pregiudicato 43enne, si era precedentemente recato in via dei Mulini presso l’abitazione dell’altro, un disoccupato 45enne con precedenti di polizia, sfondandogli la porta d’ingresso. Nella discussione, che poi è evidentemente degenerata, è spuntato un coltello che, verosimilmente, è stato usato a fasi alterne da entrambi i tunisini. Fatto sta che i due sono stati poi distintamente soccorsi da personale 118 e trasportati presso l’ospedale civile di Vigevano, dove il primo aggressore è stato sottoposto ad intervento chirurgico, rimanendo ricoverato in prognosi riservata per un pneumotorace ed emotorace, mentre il padrone di casa è stato successivamente dimesso con una prognosi di sessanta giorni per una ferita lacero contusa alla parte sinistra del volto. Nelle accurate ricerche è stato poi rinvenuto e sequestrato un coltello insanguinato, abbandonato all’interno di un cestino in Via Donizetti. I due sono stati pertanto deferiti in stato di libertà per il reato di lesioni personali aggravate e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.