Servizio civile alla “Francesco Pezza”, il bando scade lunedì 15 febbraio

Ancora pochi giorni per candidarsi al il Servizio Civile Universale presso il Civico17, bando in scadenza il 15 febbraio alle ore 14. Novità dell’anno a cui si attende dal 2019, quando sono iniziate le procedure di richiesta per potersi accreditare in regione.

Un’opportunità che viene incontro ai giovani - infatti si può svolgere solamente una sola volta dai 18 ai 29 anni - ma soprattutto alla comunità cittadina. Antonella Ferrara, che ha atteso a tutta la procedura, ha richiesto all’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) un volontario che per quest’anno svolgerà la sua attività dal 25 maggio fino al 24 maggio 2022.

Nella giornata del 5 febbraio l’Anci ha comunicato che da tutta Italia sono pervenute 2900 richieste per la Lombardia di cui alcune anche per la nostra biblioteca civica, accolte con un misto di sorpresa e di contentezza - è comunque il primo anno e per giunta in una situazione poco accomodante - anche perché qualche candidato ha persino chiamato in biblioteca per accertarsi della ricezione della domanda da parte dell’ente. Un segno positivo. Da quest’anno la selezione avverrà in tre fasi al posto che due. Dopo la chiusura delle candidature, dal 17 al 28 febbraio, sarà stilata una prima graduatoria a punteggi da Anci in base a criteri stabiliti a priori, perlopiù basati su titoli di studio posseduti ed eventuali esperienze lavorative.

Dopodiché dal 1° di marzo al 16 sarà l’ente stesso, la nostra biblioteca civica in questo caso, a provvedere ai colloqui in cui si considereranno diversi aspetti inerenti all’attività da svolgere, sia per quanto riguarda le attitudini personali che per la conoscenza del progetto proposto dall’ente. A far parte della commissione ci saranno Antonella Ferrara e un’altra persona ancora da decidere, che tuttavia non deve far parte dell’amministrazione comunale. La politica, viene sottolineato, deve essere lasciata da parte in un progetto universale che deve avere come fine la partecipazione di tutta la comunità.

È “attività di cittadinanza attiva”, un fare per essere utile a tutti e un fare inclusivo. Infine, ci sarà un altro colloquio con Anci che serve a confermare, salvo casi eccezionali, l’esito del precedente. Per informazioni dettagliate e per candidarsi bisogna collegarsi al sito www.scanci.it

Vittorio Orsina