Senegalese pregiudicato prende a calci e pugni il taxista e ruba le chiavi dell’auto. Arrestato

MORTARA – Prima lo picchia, poi gli ruba le chiavi della macchina. E’ quanto è successo ad un taxista mortarese nella mattinata di sabato scorso, 12 settembre. Erano le 8, quando il taxista è stato avvicinato in piazza Marconi da un pregiudicato senegalese di 27 anni, senza fissa dimora, che gli chiedeva di essere portato a Nizza, in Costa Azzurra. Il taxista, una volta esposto il costo della corsa internazionale, ha visto il senegalese dare di matto. Il 27enne, constatata l’impossibilità a corrispondere la somma richiesta per la corsa, iniziava a dare in escandescenze e percuoteva violentemente con calci e pugni l’uomo impossessandosi delle chiavi della macchina. Per fortuna sul luogo interveniva prontamente una “gazzella” dei carabinieri: i militari, con l’ausilio anche di una pattuglia della Polizia locale di Mortara che stava transitando, riuscivano ad allontanare l’uomo dalla vittima e ad ammanettarlo. Il taxista, visitato presso il Pronto soccorso dell’ospedale civile di Vigevano, veniva dimesso con una prognosi di 7 giorni a seguito delle lesioni riportate ad un gomito mentre l’arrestato è stato ristretto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Vigevano per essere tradotto presso il Tribunale di Pavia per l’udienza direttissima.