Scuola d’estate? No, grazie. La Olivelli perde 28mila euro dopo la bocciatura dei docenti

Ventotto mila euro gratis dallo Stato? No, grazie! Il Collegio Docenti dell’Istituto Comprensivo di Mortara, che comprende le scuole elementari “Teresio Olivelli”, le scuole medie “Josti-Travelli” di Mortara e le elementari di Parona, ha snobbato i contributi del Piano Scuola Estate 2021. La maggior parte degli insegnanti non ha voluto che l’Istituto prendesse i contributi statali gratuiti, destinati alla realizzazione di attività didattiche e di recupero della socialità per i bambini durante i mesi estivi e di introduzione al nuovo anno scolastico nel mese di settembre. La minoranza di docenti volenterosi aveva già messo a punto dieci idee per altrettanti progetti da avviare con i fondi del Piano Estate, ma la maggioranza, tra voti contrari e astensioni, ha impedito che tutto ciò si realizzasse. La dirigente Piera Varese, promotrice del sì al Piano Scuola Estate, si è dovuta arrendere di fronte ai numeri. La delusione però è grande, perché anche ai pochi docenti disponibili è stata negata la possibilità di portare avanti i progetti pensati per il Piano Estate. “Niente Piano Estate nella mia scuola – è il commento lapidario della dirigente Piera Varese – e nonostante ci fossero una decina di proposte in Collegio Docenti per i progetti da realizzare, hanno prevalso i contrari e gli astenuti. Sono un po’ delusa soprattutto perché è stato impedito ai docenti disponibili di fare qualcosa in più per i nostri alunni. Avremmo potuto utilizzare per attività anche a settembre quasi 28mila euro attribuiti alla scuola. Ma non bastano i soldi, ci vuole voglia di fare”. Una voglia di fare che, a quanto pare, alla maggioranza è venuta a mancare.

Massimiliano Farrell