Scandalo sanità pavese, Umberto Fosterni: pronti per tornare ad offrire il servizio

MORTARA - Dopo due anni e mezzo di disservizi e di perplessità relative all’affidamento dei servizi di trasporto in ambulanza alla cooperativa First Aid One, in seguito agli arresti avvenuti lo scorso giovedì 18 marzo, la Croce Rossa è nuovamente in corsa per l’affidamento del servizio. Sulla questione è intervenuto il presidente del Comitato della Cri di Mortara.

“Da due anni e mezzo – dichiara Umberto Fosterni (nella foto) – noi e tutti gli altri comitati della Croce Rossa a livello territoriale abbiamo continuato a sottolineare che qualcosa non funzionava. I frequenti disservizi erano sotto gli occhi di tutti. A ciò si deve aggiungere che tutti i comitati hanno perso molti soldi, perché prima dell’affidamento a First Aid One eravamo stati noi i gestori del servizio per parecchi anni. Con il crollo degli introiti molte Croci pavesi, tra cui il nostro comitato, hanno dovuto ottimizzare le risorse, trovandosi in difficoltà e facendo il possibile per mantenere tutti i dipendenti”. Adesso il servizio dovrà essere affidato a qualcun altro, e le Croci pavesi sono nuovamente in corsa per l’aggiudicazione. Una notizia che, naturalmente, è stata accolta in maniera positiva dal comitato locale.

“L’aggiudicazione dovrebbe avvenire nei prossimi giorni – afferma Fosterni – e sono contento che la Croce Rossa potrebbe tornare a svolgere questo compito. L’unione fa la forza, e insieme a tutti i Comitati saremo in grado di portare avanti un servizio degno di questo nome. Ci sarà da ristrutturare il servizio nella zona e rimettere in piedi ciò che non ha funzionato. Insieme vedremo come sopperire alle richieste che ci verranno fatte”.