Sant’Angelo, rifiuti abbandonati? C’è il penale. E Grossi riporta il sacco al vunciòn

SANT’ANGELO – L’occhio (elettronico) vede e il sindaco agisce. Matteo Grossi (nella foto) si trasforma in sceriffo e colpisce i vunciòn con una doppia mossa. Prima riporta a casa del solito indisciplinato il sacco che aveva abbandonato sotto l’occhio vigile della telecamera e poi firma l’ordinanza per il divieto di abbandono dei rifiuti. Chi viola l’ordinanza si aggiudica una denuncia per violazione dell’articolo 650 del Codice penale. “Viviamo in un paese pulito, peccato che a sporcarlo siano sempre i soliti. – sbotta il sindaco Grossi – L’uomo incastrato dalle telecamere è ormai noto all’ufficio della Polizia locale e la sanzione che spesso si auto procura gli costa 100 euro. Ma evidentemente questo non basta a fargli perdere il vizio così ho dovuto firmare l’ordinanza più stupida che un sindaco possa firmare ovvero “vietare di abbandonare i rifiuti” che nel 2020 fa ridere”. E il sindaco spera che con una denuncia penale, forse, capirà e inizierà a rispettare le più elementari regole del vivere civile. Ma non basta: Grossi è pronto ad installare una nuova telecamera per “bastonare” i vunciòn santangelesi. “Un’altra parte di via Mazzini è spesso luogo di abbandono dei rifiuti – conclude – così non potremo fare altro che installare una nuova telecamera. Il nuovo dispositivo sarà operativo nei prossimi giorni”. Si vedrà chi si stuferà per primo: se i vunciòn ad abbandonare i sacchi neri o il Comune a multare e, da oggi, a denunciare.