Sant’Angelo, più sicurezza stradale grazie a 40mila euro della Regione

SANT’ANGELO – Dalla Regione arrivano 40mila euro per la sicurezza stradale. Così il municipio andrà a mettere in sicurezza gli incroci di via Nicorvo e via Garibaldi con la provinciale 26.

Sant’Angelo ha infatti vinto il bando regionale per la “riduzione dell’incidentalità stradale attraverso il miglioramento e la razionalizzazione della segnaletica stradale” piazzandosi al 27esimo posto su oltre 450 Comuni che hanno partecipato al bando. “La Strada Provinciale 26 è una strada ad elevata percorrenza, anche di automezzi pesanti, che costituisce un’arteria principale per i collegamenti del paese. - spiega il sindaco Matteo Grossi - Sulla base dei dati sono state individuate criticità presenti sulla Strada Provinciale 26 e di conseguenza sono state scelte le opere necessarie per la sua messa in sicurezza. Nell’ottica di salvaguardare e proteggere l’utenza debole della strada, i pedoni ed i ciclisti, l’amministrazione comunale ha deciso di realizzare dei marciapiedi sugli incroci della strada provinciale con via Nicorvo e via Garibaldi, attualmente sprovvisti, per permettere l’attraversamento in sicurezza”. Il progetto cofinanziato della Regione permette di migliorare la sicurezza stradale tramite interventi di potenziamento ed in alcuni casi anche di integrazione sia della segnaletica orizzontale che verticale e dell’infrastruttura della sede stradale. La cifra che il Comune riceverà è di 40mila euro. “Nel caso di via Nicorvo verranno sfruttati gli attuali semafori per potenziare la segnaletica, integrandoli con l’illuminazione a Led dell’attraversamento pedonale e del relativo segnale di attraversamento, attualmente assente. - commenta il vicesindaco Alberto Mazzei - Nel caso di via Garibaldi invece verranno posati sulla Strada Provinciale 26 dei nuovi semafori lampeggianti che possano essere azionati solo a chiamata, da parte del pedone, e integrati con illuminazione dell’attraversamento e relativo cartello di attraversamento anch’esso illuminato. Per entrambi gli incroci, nel realizzare gli attraversamenti verrà realizzata la relativa segnaletica verticale ed orizzontale, 8 marciapiedi con cordolo in cemento e pavimentazione in autobloccante e in prossimità verranno installati anche dei parapetti di protezione in acciaio zincato”.