Sannazzaro, Emanuele Strada ha iniziato il suo cammino verso il sacerdozio

SANNAZZARO - Il giovane sannazzarese Emanuele Strada ufficialmente ammesso tra i candidati al diaconato e presbiterato. Lo scorso sabato 13 giugno si è tenuta presso la chiesa parrocchiale santi Nazzaro e Celso la celebrazione presieduta dal vescovo di Vigevano Maurizio Gervasoni e alla presenza dei seminaristi e della famiglia di Emanuele. “A causa delle misure restrittive di sicurezza per il Coronavirus è stato necessario limitare il numero degli invitati - racconta Emanuele Strada - per questo si è trattato di una sorta di cerimonia privata su invito, nonostante ciò è stato un momento molto emozionante”. Si tratta di una conferma dell’invito che la Chiesa ha fatto ad Emanuele e della volontà di accoglierlo, ma come ha spiegato il vescovo durante la cerimonia, prima di essere prete deve essere uomo e padre. Emanuele Strada, classe 90, ha intrapreso il cammino verso il sacerdozio due anni fa, quando ha deciso di entrare in seminario ma è stata una decisione presa dopo anni di attenta riflessione. Prima di allora lavorava per la ditta di famiglia, la panetteria Strada, e la definitiva chiusura gli ha dato la spinta per fare il grande passo. Attualmente è al terzo anno del suo percorso formativo, tragitto costituito da una parte di studio, una di seminario insieme ai compagni e una di comunità presso parrocchia e oratorio, il cui collante è la preghiera, elemento fondamentale dell’intero cammino. Da due anni svolge la sua attività presso la parrocchia di Parona, affiancando don Riccardo Campari, ma non rinuncia mai a dare una mano alla parrocchia della sua città al fianco di don Luca Girello.

Cecilia Barattini