Rotary, il Club Mede-Vigevano in aiuto dell'ospedale Civile e dei detenuti dei Piccolini

VIGEVANO - Obiettivo raggiunto. Anzi, addirittura superato. La raccolta fondi online organizzata dal Rotary Club Mede - Vigevano in favore dell'ospedale Civile di Vigevano in soli dieci giorni ha ottenuto e superato la somma di 5mila euro. Il denaro raccolto è stato subito utilizzato per l'acquisto di mascherine, tute e calzari protettivi, strumenti e dispositivi indispensabili per il personale medico e sanitario, impegnato quotidianamente e in prima linea in questi mesi di emergenza. "Da tempo - illustra il presidente del Rotary Club Mede-Vigevano, Francesco De Cataldo - i componenti del club stavano valutando le offerte sul mercato per acquistare la maggior quantità di Dpi evitando le speculazioni, tante purtroppo, operate da non pochi commercianti senza scrupoli". La prima tranche di forniture per l'ospedale è stata consegnata lo scorso 15 aprile: 1000 mascherine Ffp2. Altre mille sono arrivate a destinazione oggi, martedì. Ma non è tutto: con i fondi ancora a disposizione il Rotary acquisterà tute, visiere e calzari. "Per queste attrezzature - prosegue De Cataldo - il reperimento a prezzi ragionevoli è ancor più problematico, vista la grande richiesta e la situazione di emergenza tutt'ora in essere. Tutte le spese sostenute per questa campagna di solidarietà saranno minuziosamente rendicontate, come è doveroso, per dare riscontro ai generosi donatori". L'iniziativa in favore dell'ospedale Civile si somma ad altre già messe in campo dal Rotary Club Mede-Vigevano in sostegno della lotta al Coronavirus. Tra queste, la donazione di 800 euro in favore della Croce Rossa di Vigevano, la donazione al reparto di Rianimazione del Civile di attrezzature per la sterilizzazione di camici e altri indumenti riutilizzabili per medici e infermieri, la donazione di ricariche telefoniche ai detenuti della casa di reclusione dei Piccolini, come suggerito dal direttore Davide Pisapia, così da poter rimanere in contatto con i parenti impossibilitati alle canoniche visite per via delle misure restrittive, il reperimento e la concessione in uso gratuito di due appartamenti per i medici che per tutelare i familiari dal rischio contagio, come nei casi di immunodepressione, in questo periodo vivono lontano da casa. A tutta questa generosità si aggiungono anche due donazioni dirette in forma anonima da parte di due soci del Club (E.S. e P.S.). Inoltre lunedì è stata consegnata al reparto di Pediatria un particolare modello di bilancia "Resuscitaire" (nella foto), esclusivo prodotto di avanzata tecnologia e precisione, che viene posizionato tra il piano d'appoggio e il materassino dove viene adagiato il neonato. Lo strumento va così a integrare l'isola neonatale già presente presso il reparto vigevanese, così da evitare di trasportare i piccoli in altri reparti per la pesatura. La bilancia, costata 2200 euro, è stata acquistata con i fondi della cena benefica dello scorso novembre e consegnata dal Rotary Club Mede-Vigevano al primario di Pediatria, Lidia Decembrino, che aveva individuato questo particolare strumento come bene necessario per il reparto.

Riccardo Carena