Robbio: nascono i biscotti della gentilezza, ideati da Enrico Vangelisti. I Bel Doi vanno già a ruba

ROBBIO - Nasce il Biscotto della Gentilezza. Un valore universale racchiuso in un dolce semplice ed universale. I “Bel Doi” (ovvero “gentile” in dialetto robbiese) sbucano dall’Angolo dei Sapori in piazza della Libertà, dalla mente di Enrico Vangelisti, membro di Robbio 4.0, e dalle mani della moglie Tindara Mattina. Un cerchio di mais dorato è incoronato da un cuore viola. Il colore della gentilezza, incrocio tra il blu, la profondità e l’amicizia, ed il rosso, la concretezza e l’amore. Gli ingredienti sono essenziali, ma di qualità: oltre alla farina di mais, olio extravergine d’oliva, uova e lievito per dolci. Prosieguo della Panchina per la Gentilezza, inaugurata sabato 4 settembre, i Bel doi corroborano l’artigianato locale con un messaggio globale. Non per nulla sono stati inaugurati domenica 26 settembre a Quincinetto (To), paese d’origine di Vangelista, laddove sono nate le panchine per la gentilezza. Ora i biscotti sono regolarmente in commercio nella panetteria. Dietro a ciascuno di loro si nascondono ore di lavoro dure, impregnate dell’appassionato messaggio di Tindara Mattina. “Per preparare venti pacchetti - ha raccontato - ho impiegato tre giorni di lavoro. Non vorrei però che fossero acquistati per la sola degustazione. Dietro ci sono dei valori, quelli antichi. La bontà d’animo, i gesti gentili, le carezze, i doni, gli abbracci. Vorrei richiamassero ad un modo di vivere genuino, come sono genuini i biscotti stessi”. Quella dei biscotti è certo una trovata che ha l’intento di servire da miccia. Diffondere il valore della gentilezza in un lungo e in largo è l’obiettivo. Questo prodotto localissimo vuole divenire il primo fra molti. L’auspicio è che tanti produttori facciano lo stesso, mentre i clienti dovranno collaborare nella costruzione della gentilezza. “Non guardo in grande - ha ammesso la panettiera -. Vorrei piuttosto che i miei biscotti facessero da esempio, che diventassero un dono”. Del resto, oltre ad essere un ottimo alimento, il pacchetto dei Bel doi vuole anche promuovere tutto il progetto retrostante, con il codice QR e l’immagine della panchine per la gentilezza robbiese.

Gabriele Tocchio