Riders sui treni, interviene anche il Prefetto Scialla: due treni in più per le bici

MORTARA - Sul “caso” riders interviene anche il prefetto Rosalba Scialla che, in collaborazione con Trenord, cerca delle soluzione per migliorare la situazione dei pendolari. E i cambiamenti sono già in arrivo: da nuovi corse su cui sarà possibile trasportare le biciclette ad un opuscolo di istruzioni scritto in varie lingue. Tutto a partire già dalla prossima settimana. L’obiettivo del Prefetto è quello di mettere in campo tutte le migliori misure idonee a contrastare le turbative alla regolare circolazione dei treni locali causate dai “riders”. Con un particolare occhio di riguardo per la situazione mortarese. Infatti la stazione cittadina è stata al centro, lo scorso 7 dicembre, di una massiccia operazione di controllo che ha visto la partecipazione di Polizia Locale, Polfer e Carabinieri. Ma non basta. Serve anche un servizio migliore. Dopo incontro tra Prefetto e Trenord to deciso l’incremento del servizio di trasporto, a partire dalla prossima settimana, sui treni in partenza da Mortara delle 17 e 33 e delle 18 e 33. Inoltre è stata prevista la presenza di addetti alla sicurezza di Trenord che presidieranno la stazione di Mortara e forniranno assistenza agli interessati. Ne contempo, assicurano dalla prefettura, su tutta la linea sarà garantita la presenza degli agenti della Polizia di Stato e della Polfer. Infine c’è il vademecum. L’opuscolo informativo sarà redatto da Trenord e conterrà le regole di9 condotta da seguire sui treni. In diverse lingue saranno specificate prescrizioni quali l’obbligatorietà e le modalità dell’acquisto del biglietto, le norme di comportamento a bordo dei convogli e sulle banchine, l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale. La pubblicazione, tradotta in più lingue, sarà distribuita diretta,ente ai riders interessati agli spostamenti.

Luca Degrandi