Profughi dall’Ucraina: scende in campo la Fondazione Comunitaria con un fondo

PAVIA – Un fondo di emergenza per sostenere i profughi. La Fondazione Comunitaria della provincia di Pavia, insieme alla Provincia, all’Università, alle città di Pavia, Vigevano e Voghera, e in accordo con la Prefettura, ha costituito il “Fondo Emergenza Ucraina” finalizzato a sostenere iniziative per supportare l’accoglienza delle persone in fuga dall’Ucraina a seguito dell’invasione dell’esercito russo del 24 febbraio scorso.

Si tratta di un contenitore al quale tutti possono indirizzare le proprie donazioni per fornire un aiuto concreto e urgente ai profughi che sono stati costretti a lasciare la propria casa improvvisamente e che stanno cercando rifugio nel nostro territorio.

“L’obiettivo – spiega Giancarlo Albini, presidente della Fondazione Comunitaria – è di garantire una sistemazione rapida dei profughi secondo un modello di “accoglienza diffusa” che punti all’inserimento di piccoli gruppi nella vita ordinaria delle comunità accoglienti e faciliti così l’integrazione. La Fondazione, mettendo a disposizione la propria struttura e le proprie competenze, diventa lo strumento per catalizzare le donazioni al fondo promosso con gli attori locali quali l’amministrazione provinciale, l’Università, i Comuni di Pavia, Vigevano e Voghera. Per un’equa distribuzione delle erogazioni seguiremo le indicazioni che ci verranno date dalla Prefettura. Com’è nella sua tradizione, la Fondazione interviene a supporto di questi territori, creando relazioni significative per la costruzione del bene comune”.

Il fondo può ricevere donazioni e lasciti disposti da privati cittadini, enti e imprese che ne condividano le finalità. Qualunque persona, sia fisica sia giuridica, può effettuare donazioni a favore del fondo.

L’assegnazione delle disponibilità è deliberata dal Consiglio di amministrazione della Fondazione Comunitaria, su indicazione di un comitato di gestione del fondo che, a tal fine, opera in accordo con la Prefettura di Pavia.

Il comitato è composto dal presidente della Provincia di Pavia Giovanni Palli, dal rettore dell’Università degli Studi di Pavia Francesco Svelto, dai sindaci dei Comuni di Pavia, Voghera e Vigevano e dal presidente della Fondazione Comunitaria Giancarlo Albini.

L’erogazione dei contributi potrà avvenire in qualsiasi momento, anche più volte nel corso dell’anno, nei limiti delle somme disponibili. Il fondo ha una durata illimitata, salvo eventuale esaurimento delle finalità che l’hanno motivato, sancito dalla Fondazione.

Le donazioni dovranno essere versate su un conto corrente dedicato aperto presso Banca Intesa Sanpaolo e intestato alla Fondazione Comunitaria della Provincia di Pavia Onlus.

L’Iban è: IT 60 M 03069 09606 100000172009.

La causale: Fondo Emergenza Ucraina. Dai prossimi giorni si potrà donare direttamente anche online dal sito della Fondazione: www.fondazionepv.it. Le donazioni sono deducibili.