Politica: "Garlasco Civica" incassa l’appoggio dei 5 stelle

GARLASCO - Mentre la lista annuncia l’inaugurazione della sede elettorale, fissata per domenica alle 10 in corso Cavour 95, “Garlasco Civica” incassa anche il convinto appoggio del Movimento 5 stelle.

Saranno presenti i componenti del Comitato promotore per la lista Garlasco Civica, il candidato sindaco di Garlasco Civica, Mario Spialtini (nella foto), e i sostenitori del progetto, studenti, lavoratori, esponenti dell’associazionismo, del mondo sindacale e della politica cittadina, che in questi mesi hanno lavorato all’elaborazione del programma politico-amministrativo per la Garlasco dei prossimi anni.

“Si tratta del primo appuntamento pubblico - anticipa il candidato sindaco Mario Spialtini - con i nostri concittadini, che potranno conoscere le persone che hanno deciso di offrire la propria disponibilità, le proprie competenze, la propria passione civile per un progetto di rilancio della nostra città”.

Un progetto la cui bontà ha già convinto l’esponente del Movimento 5 stelle in consiglio comunale, Carlo Alberto Ceschi.

“Siamo convinti - dichiara il grillino - che questa scelta rappresenti innanzitutto una fantastica opportunità da cogliere, una sfida ambiziosa per il presente e il futuro. Anche se il Movimento 5 Stelle continuerà il proprio lavoro in autonomia a Garlasco, per il bene della città, abbiamo lavorato al programma di “Garlasco civica” affinché fosse il più possibile caratterizzato da proposte e principi per noi fondamentali, che rappresentano la cifra della nostra identità: la salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo e lavoriamo, la difesa della sanità pubblica e dei suoi presidi territoriali, la difesa dei soggetti socialmente più fragili, la protezione sociale delle categorie produttive maggiormente svantaggiate dalla crisi economica complessiva e da quella prodotta dall’emergenza sanitaria globale, la trasparenza delle istituzioni e una maggiore e qualificata partecipazione diretta dei cittadini alla cosa pubblica, il benessere del territorio minacciato dalla cementificazione, dal consumo di suolo e dalla speculazione di investitori multinazionali della grande distribuzione, quindi una città più all’altezza del futuro, più sostenibile, più smart, più pulita e decorosa, più aperta e inclusiva, attenta alle sue diverse componenti generazionali e sociali. Tutto questo sarà presente nel programma e sarà anche merito nostro, delle nostre idee e della nostra voglia di rimetterci in gioco”.

Riccardo Carena