Pestaggio al bar di via Carrobbio: stanato dai Carabinieri anche il secondo aggressore, è un 20enne

GAMBOLÒ – Rintracciato dai carabinieri anche il secondo aggressore della rissa notturna al bar di via del Carrobbio: si tratta di un 20enne residente in paese. Era il 29 maggio quando, poco dopo mezzanotte, i militari della stazione locale intervenivano nel bar dove un giovane disoccupato albanese domiciliato a Gambolò era stato aggredito violentemente da due soggetti. Motivo del contendere, a quanto pare, sarebbe stato uno sguardo mal interpretato che il malcapitato albanese aveva dato, all’interno del bar, alla ragazza di uno dei due aggressori. Soccorso dai sanitari del 118, l’albanese era stato trasportato all’ospedale civile di Vigevano, dove gli veniva diagnosticata una “frattura composta dell’epifisi distale di radio con focale interruzione dello sterno, frattura delle ossa proprie del naso, ferita lacero contusa sopraciliare destra,” con prognosi di venti giorni salvo complicazioni. Gli immediati accertamenti svolti dai militari avevano consentito di individuare e denunciare a piede libero, per il reato di lesioni personali, uno degli aggressori: un pregiudicato 26enne residente a Gambolò.