Parona: Sagra, avanti tutta. Si decide giovedì sera con la riunione della Pro loco in municipio

PARONA – Tutto pronto per definire la sagra. L’obiettivo è uno solo: farla, confidando che il periodo nero sia definitivamente alle spalle. Con queste premesse positive tutti a Parona aspettano la riunione della Pro loco, che non sarà nell’angusta sede ma nella sala consiliare del municipio, soprattutto per garantire più spazio ma anche per sottolineare l’importanza del momento. La data scelta è quella di domani sera, giovedì 8 luglio dalle 21 e 15. Il punto all’ordine del giorno, al netto delle “varie ed eventuali”, è uno: “la definizione del palinsesto della cinquantatreesima sagra dell’Offella”.

Sarà, come sempre, la prima domenica di ottobre. “C’è un consiglio di amministrazione che vota, non decido io – chiarisce Gabriele Colombo (nella foto), il presidente della Pro loco – ma parlandone informalmente tra di noi, nessun componente vuole tirarsi indietro. La sagra ci sarà al netto di catastrofi sanitarie, dobbiamo solo valutare come”. Ogni anno la riunione di luglio definisce il programma. Ma quest’anno, così come lo scorso, non è un anno come gli altri. Sfilata o non sfilata come avvenne nel 2020? Programma classico o riduzioni? E se sì, di che tipo? Lo scorso ottobre, quando tutti stavamo per essere travolti dalla “seconda ondata” di Covid, la 52esima sagra si svolse senza la Pasqualina. Per la seconda volta dopo il 1969, anno di debutto, non veniva scelta una bella paronese come protagonista della festa, da far sfilare in carrozza coi baffoni di Pinotu. Non c’erano nemmeno i carri allegorici coi bambini che distribuivano i biscotti gratuitamente ai passanti. Così Stefania La Gioiosa, Pasqualina 2019, vanta il “primato” della carica più lunga, almeno due anni. Forse ne avrebbe fatto a meno, considerando i motivi.

Davide Maniaci