Palio, le Contrade in festa per il 50esimo. Alessandra Bonato: “Siamo prontissimi!”

“Abbiamo voglia di fare”. Alessandra Bonato (nella foto), presidente del Magistrato delle Contrade, guarda all’anno appena iniziato ed esprime senza esitazione la volontà delle sei consorelle del Palio. Ma prima di ogni cosa fa i conti con la realtà. “Arriviamo da un anno tremendo, in cui il distanziamento sociale ha dato un duro colpo all’attività delle contrade. – spiega Alessandra Bonato – Il nostro è un mondo fatto di aggregazione, le normative anti Covid hanno rappresentato l’esatto opposto di quella che è la nostra realtà. Ma proprio per questo non ci siamo arresi, abbiamo continuato a pianificare il futuro proprio per dare speranza ad una manifestazione che vuole continuare a crescere”. Nel cassetto del Magistrato ci sono infatti quei progetti che le contrade avrebbero dovuto realizzare lo scorso anno, in occasione del 50esimo anniversario del Palio. Tutto poi è stato rimandato, la speranza è quella di concretizzare le idee nel 2021. “Il nostro problema più grande sono le restrizioni e le normative che cambiano dall’oggi al domani. – aggiunge – Pensiamo al Palio di maggio. Lo stato di emergenza è stato prolungato fino al termine del mese di aprile e domenica 2 maggio dovrebbe svolgersi il Palio della Santa Croce: il Magistrato può attivarsi e prepararsi ad affrontare tutta la parte burocratica preparatoria della manifestazione, ma pensare di essere in piazza il 2 maggio è davvero difficile. Purtroppo non dipende da noi”. Diverso è il discorso per settembre, quando si spera che le vaccinazioni possano dare gli effetti sperati. E tra le novità del prossimo Palio c’è anche la nuova coppia ducale: chi saranno i nuovi Ludovico e Beatrice? Per l’erede di Irene D’Angelo si sono chiude le iscrizioni al concorso e il Magistrato ipotizzava una serata-evento per scegliere la nuova Beatrice d’Este: una serata sullo stile miss Italia, ma il Covid impedisce la realizzazione di una serata pubblica. Per il successore di Roberto Frigerio, invece, il Magistrato delle Contrade sceglierà autonomamente senza concorsi di alcun genere. E proprio lo stesso Roberto Frigerio in tandem con Marco Fleba sta organizzando uno spettacolo per celebrare i 50 anni del Palio: una serata in cui si passerà in rassegna la storia della manifestazione con personaggi e aneddoti che hanno segnato gli ultimi cinque decenni della storia mortarese. Anche qui una data precisa, per ovvi motivi, ancora non c’è, ma tutti gli indizi portano al mese di settembre.