Olevano, salta “Anguriando”

OLEVANO – Niente “Anguriando” 2020. A dar notizia dell’annullamento della tradizionale festa estiva olevanese in occasione della quale sono soliti esibirsi cantanti di fama nazionale in serate-concerto è il sindaco di Olevano Luca Mondin, che spiega: “In accordo con il presidente della Pro Loco Claudia Berzero, a malincuore dobbiamo annunciare il rinvio di Anguriando al 2021. Dopo il decimo anniversario dello scorso anno, la capitale della musica della Lomellina si ferma per questa estate vista la situazione di emergenza legata al Covid-19 ed alle linee guida molto stringenti sulle manifestazioni. Purtroppo quest’anno dobbiamo rinviare la manifestazione estiva più sentita del nostro territorio. Sarebbe troppo un rischio e abbiamo ritenuto che sia più importante la salute delle persone rispetto al divertimento. Nelle prossime settimane si valuterà insieme alla Pro Loco se organizzare qualche serata in tono minore. Ricordo inoltre che una parte dei fondi comunali destinati alle feste estive è stata destinata all’emergenza con il fondo comunale Olevano No Covid. Anguriando – promette il primo cittadino – ripartirà nel 2021 con un’edizione che si farà ricordare e, se la situazione lo permetterà, la festa patronale di ottobre sarà ancora più ricca di sorprese”. Per l’edizione 2020, sotto la direzione artistica di Gian Paolo Carini in arte Whisky, avrebbero dovuto esibirsi Red Canzian (nella foto) e i Cugini di Campagna.

Nicholas Scotti