Nicorvo, spacciatore arrestato dai carabinieri: aveva hashish, marijuana e un fucile


NICORVO - Spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi: un 28enne residente a Cilavegna, ma di fatto domiciliato a Nicorvo, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Gravellona.

Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 2 marzo, la pattuglia di Gravellona, in servizio a Nicorvo, notava una persona sospetta in paese. I militari provvedevano immediatamente a fermare l'uomo che veniva trovato in possesso di 0,8 grammi di hashish. La droga veniva sequestrata e l'uomo segnalato alla Prefettura di Pavia. Le immediate indagini dei militari dell'Arma accertavano che lo stupefacente era stato acquistato da poco dallo spacciatore che "riceveva" i propri clienti presso il proprio domicilio. Il comandante della stazione di Gravellona, ai sensi della normativa antidroga, dava il via libera alla perquisizione del mini market" della droga: in un appartamento, un cittadino italiano di 28 anni veniva trovato in possesso di 75 grammi di hashish, di cui una parte già suddivisa in dosi, 23 grammi di marijuana, un fucile calibro 20 con 5 cartucce. Il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro così come un bilancino di precisione sporco di sostanza stupefacente, materiale per il confezionamento delle dosi e la somma in contanti di 650 euro, che i carabinieri ipotizzano sia il provento dell’attività spaccio. L'uomo, residente a Cilavegna, ma domiciliato a Nicorvo, aveva precedenti specifici. Per lui sono scattate immediatamente le manette ai polsi.