Mortarese truffata in rete, compra il Bimby farlocco da due napoletani

MORTARA – Un Bimby usato e in ottimo stato a soli 200 euro. Una occasione troppo ghiotta, impossibile lasciarsi sfuggire a quel prezzo quello che è ritenuto il miglior robot da cucina sul mercato. Ma ovviamente era un pacco! L’annuncio-trappola era comparso a metà settembre sul marketplace, l’angolo vendite, di Facebook e una mortarese ha immediatamente contattato l’offerente. Il Bimby, nuovo di pacca, costa ben più di mille euro. Prima attraverso il social network e poi tramite telefono la signora mortarese è finita passo dopo passo nella truffa messa in piedi da tale Luigi. La trattativa-truffa va a buon fine e il giorno 1 ottobre la donna accredita la somma pattuita di 200 euro sulla carta Postepay indicata dal venditore. L’equazione in questi casi è molto semplice: quattrini accreditati, venditore sparito. Inevitabile, a questo punto, sporgere denuncia. Così i carabinieri di Gravellona, a seguito di rapide indagini, sono riusciti a risalire agli intestatari della carta Postepay e dell’utenza telefonica usata per contattare la vittima: entrambi i soggetti sono residenti in provincia di Napoli. Grazie anche alla collaborazione prestata dai carabinieri delle stazioni di Varcaturo e Napoli Posillipo, si è arrivati ad identificare D.L., un 59enne di Pozzuoli, intestatario della carta Postepay e P.C., un 38enne di Napoli, che ha prontamente dichiarato di non avere in uso quell’utenza telefonica, ma di essersi soltanto intestato il numero dietro compenso di 50 euro. I due mariuoli, pregiudicati, sono stati denunciati per truffa in concorso.