Mortara, raccolta rifiuti: da lunedì debutta il nuovo gestore, è la ditta Sangalli


MORTARA - Da lunedì prossimo, 14 marzo, il servizio di raccolta porta a porta passerà in capo alla ditta Sangalli. Per i mortaresi, a livello pratico, non cambierà nulla: stessi giorni per la raccolta differenziata e stesse modalità di conferimento. Ma l’amministrazione promette che alcuni vantaggi rispetto al passato ci saranno. A partire dalla qualità del servizio. Ma non solo. “Dal 14 marzo – spiega l’assessore Luigi Tarantola (nella foto) – sarà attivo anche un numero verde gestito dalla ditta appaltatrice. I cittadini potranno interfacciarsi direttamente con i gestori del servizio per segnalare eventuali problemi o criticità. Anche la prenotazione del ritiro dei rifiuti ingombranti, che resta gratuito, dovrà essere prenotato chiamando il suddetto numero verde”. Inoltre i nuovo gestori del servizio di raccolta porta a porta sostituiranno gratuitamente tutti i contenitori dei rifiuti rotti o danneggiati. “Nel corso delle operazioni di raccolta – spiega ancora l’assessore – gli operatori valuteranno caso per caso le situazioni in cui risulta necessario la sostituzione del bidone in dotazione alle famiglie. Il cittadino non percepirà alcun cambiamento sostanziale nel sistema di raccolta. La nostra volontà è invece quella di avere una città sempre più ordinata e pulita. Troppo spesso i cassonetti del verde vengono presi d’assalto dagli incivili e trasformati in punti di raccolta di ogni tipo di rifiuto. Ai lati del cassonetti sorgono vere e proprie discariche abusive. La nostra lotta all’inciviltà prosegue con maggiori controlli per punire chi trasgredisce alle regole e migliori servizi per i cittadini che rispettano le norme di convivenza civile”.

E sul tema dei cassonetti del verde “gioca il carico” il sindaco Marco Facchinotti. Che non ha mai fatto mistero del suo desiderio di eliminarli dalle strade. Il primo cittadino lo ha detto in più occasioni. Vorrebbe dotare le abitazioni di un contenitore “da giardino” per smaltire gli sfalci. Soluzione per il momento accantonata. Se ne riparlerà tra un anno quando ci sarà un nuovo appalto pubblico per la gestione della raccolta rifiuti. l.d.