Mortara: la “Pezza” resta chiusa, ma i prestiti arrivano sulla soglia

MORTARA - Il Dpcm chiude i cancelli della biblioteca di Mortara, ma non ferma la voglia di lettura degli utenti. L’accesso ai locali è interdetto, ma le attività di prestito e di restituzione dei libri proseguono all’ingresso. Gli utenti, per usufruire del servizio, dovranno suonare il campanello negli orari di apertura della “Francesco Pezza”. Il personale della biblioteca si farà carico di recarsi all’esterno, dove avverrà lo scambio dei libri. L’utente, se dopo aver consegnato un libro desiderasse prendere in prestito uno o più volumi, dovrà riferire i titoli alla bibliotecaria, che successivamente glieli porterà all’entrata. I libri restituiti, inoltre, resteranno in quarantena per quarantotto ore prima di poter essere nuovamente maneggiati e portati a casa da altri lettori. Gli orari in cui il pubblico potrà trovare il personale in presenza sono: da lunedì a venerdì dalle ore 15 alle ore 18, e il sabato dalle 9 alle 12. “Stiamo facendo tutto il possibile – spiega la responsabile della biblioteca, Antonella Ferrara (nella foto) – per offrire ai nostri utenti un servizio quanto più simile alla normalità. È importante poi ricordare che, pur con le misure anti Covid in vigore, all’interno del Sistema Bibliotecario Lomellino l’interprestito avviene sempre. Per cui se un utente dovesse richiedere un libro non disponibile presso la nostra biblioteca, rimane tuttora la possibilità di farlo arrivare da un’altra biblioteca presente sul territorio. Infine, invitiamo chi fosse interessato a utilizzare anche il servizio di libri digitali MLOL, che aveva registrato numeri record nel lockdown di marzo, a richiedere le credenziali qualora ne fosse sprovvisto. Il libro digitale può rappresentare uno strumento di supporto in una situazione di questo tipo per chi non se la sente di uscire per venire da noi”.

Massimiliano Farrell