Mortara: il cantiere della superfogna riparte in totale sicurezza

MORTARA - Si riparte, ma in totale sicurezza. Il Coronavirus ha imposto lo stop di un mese al cantiere della “superfogna” di via Ariosto, uno stop che in questo caso vuol dire ritardo. Lo scorso 17 marzo è stato l’ultimo giorno di lavoro prima della lunga sosta: l’ultimo intervento aveva riguardato il posizionamento delle palancole che sono andate a rinforzare le fondamenta della villa che sorge all’angolo tra via Ariosto e piazza Trieste. Una volta messa in sicurezza l’abitazione, AsMare ha decretato lo stop. Ma ora il cantiere riparte. “Abbiamo ottenuto il via libera dalla Prefettura e l’impresa garantirà tutte le necessarie misure di sicurezza all’interno dell’area del cantiere. – commenta Simone Ciaramella, presidente di AsMortara, società che controlla AsMare – Agli operai vengono forniti i dispositivi di protezione personale e chiaramente nell’area saranno presenti meno persone, proprio per garantire le necessarie distanze di sicurezza. Questo implica un allungamento delle tempistiche, ma abbiamo voluto riprendere i lavori per cercare di anticipare i classici temporali che, statistiche alla mano, puntualmente arrivano nella seconda metà di maggio”. I mesi invernali, scarsissimi di precipitazioni, hanno dato una mano al cantiere prima dell’arrivo della pandemia. E dopo la svolta su piazza Trieste, la fogna dovrà fare i conti con… l’acquedotto: domani, giovedì 23 aprile, la linea dell’acquedotto dovrà infatti essere spostata di pochi metri per consentire al nuovo maxi condotto fognario di poter proseguire secondo l’itinerario tracciato in fase progettuale. L’operazione lascerà a secco le abitazioni della zona per poche ore. “Già a metà della prossima settimana, dopo 7 giorni di lavoro dalla ripresa, potremo dare una tempistica sulla fine dell’intervento. – prosegue Ciaramella – La fase più delicata del cantiere ce la siamo lasciata alle spalle. Avanzando con il cantiere proseguiremo anche con l’asfalto veloce per riaprire la circolazione al traffico”. Il cantiere in piazza Trieste ha ora il vantaggio di non dover fare i conti con il mercato settimanale, che resta sospeso per ordinanza del vicesindaco, mentre garantirà libertà di accesso al supermercato Gulliver. L’asfalto “definitivo” verrà posato dopo un lungo periodo di assestamento, verosimilmente entro l’estate.