Mortara: il 53enne arrestato dai carabinieri aveva messo a segno 15 colpi nei negozi

MORTARA – Aveva messo a segno 15 colpi nei negozi di Mortara. R.C., 53enne mortarese, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Pavia per reati contro il patrimonio, tutti commessi tra il martedì 7 settembre e mercoledì 29 settembre.

L’uomo si trova attualmente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in quanto era stato arrestato in flagranza di reato.

Nella notte di venerdì 1 ottobre, intorno a mezzanotte e un quarto, il pluripregiudicato mortarese era stato sorpreso mentre si avvicinava furtivamente al portone d’ingresso di uno studio notarile in corso Piave, rompendo il vetro della porta d’ingresso dello studio probabilmente con un calcio, con l’intenzione di entrare, facendo però scattare l’allarme. I Carabinieri, in zona per il servizio dedicato alla prevenzione dei furti, hanno sentito sia il rumore del vetro sia l’allarme, così hanno sorpreso l’uomo davanti all’ingresso dello studio che, alla loro vista, tentava velocemente di scappare. Ma la sua fuga non è durata molto. Dopo un breve inseguimento infatti, i militari lo hanno acciuffato. C.R., pregiudicato 53enne, è stato processato per direttissima e per lui è stata disposta la detenzione domiciliare.

Immediatamente i carabinieri hanno avviato le indagini sul suo conto. Gli investigatori hanno ricostruito l’attività criminale del 53enne nel mese di settembre. Le immagini del sistema pubblico di videosorveglianza, messe a disposizione dei militari dell’Arma, lo hanno inchiodato: è stato lui a mettere a segno 15 colpi a danno dei negozianti mortaresi il mese scorso. Gli investigatori lo hanno quindi denunciato alla Procura di Pavia.