Mortara, i decessi aumentano del 65 per cento

MORTARA - Le statistiche demografiche si tingono di nero. Il primo trimestre dell’anno fa registrare un deciso aumento dei decessi nei Comuni della Lomellina, in un periodo di riferimento che va dall’inizio dell’anno solare all’inizio della primavera. In sostanza si tratta di dati relativi alla finestra sul 2020 della stagione invernale. A dirlo sono i numeri dell’Istat in un’analisi che confronta il periodo che va dal 1 gennaio al 21 marzo scorso con lo stesso arco temporale del quinquennio 2015-2019. Mortara registra un incremento del 65 per cento, mentre il record va a Breme con il 242 per cento e Ottobiano con il 183 per cento. In controtendenza soltanto Ceretto, dove non ci sono stati decessi, e Pieve del Cairo, dove i morti sono in calo del 12 per cento. La crescita dei decessi, per quanto i dati si fermino allo scorso 21 marzo, è inevitabilmente legata all’epidemia di Coronavirus che ha colpito la Lomellina.