Mortara: forza il posto di blocco per scappare con la coca, preso dai carabinieri

MORTARA - Prima ha forzato il posto di blocco, poi si è dato alla fuga nei campi. Una fuga che si è conclusa con l'arresto. Nel pomeriggio di ieri, domenica 26 aprile, un pregiudicato marocchino 32enne è stato protagonista dell'episodio che è avvenuto sulla 494 tra Mortara e il territorio del Comune di Parona. In quel tratto di strada erano presenti due pattuglie, una per senso di marcia, dei carabinieri di Mortara e Gropello impegnati nei controlli contro la diffusione del Coronavirus. L'uomo, proveniente da Mortara, viaggiava a bordo della sua Ford Fiesta in direzione Vigevano. All'alt imposto dalla pattuglia, il 32enne marocchino forzava il posto di blocco per arrestare il veicolo poco oltre, appena è riuscito a scorgere la seconda pattuglia. Qui iniziava la fuga nella campagna: prima ha cercato di far perdere le proprie tracce in una boscaglia, poi ha tentato di nascondersi in un canale. Ma invano. I militari lo hanno rintracciato e ammanettato. A seguito della perquisizione veniva trovato in possesso di quasi 25 grammi di cocaina suddivisa in dosi e di 340 euro in piccoli tagli, provento di precedente vendita della droga. Questa mattina si svolge il processo per direttissima e dovrà rispondere del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.