Mortara criminale: Birre Vive... e salvate dalla super vetrina

“Mi auguro che i potenti mezzi tecnologici a nostra disposizione, e mi riferisco alle telecamere di videosorveglianza pubbliche, possano far luce su quanto accaduto”. Disincanto e una vena ironica colorano il commento di Enzo Pinelli, che nella notte tra sabato e domenica è stato vittima di un tentato furto da Birre Vive, quello che si potrebbe definire il locale del momento della movida del centro. Si trova in corso Garibaldi, non lontano da Il Fioraio che aveva subito un tentativo simile appena due notti prima. “Abbiamo trascorso la giornata di domenica – prosegue amaro Pinelli – lavorando per pagare il danno subito alla vetrina”. Che si è rivelata una super-vetrina, come l’hanno definita gli stessi titolari, visto che ha retto al tentativo di effrazione. “La scalfittura al vetro è comunque già da sola un considerevole danno”. Ma se i ladri fossero riusciti a introdursi all’interno del locale, il conto delle perdite sarebbe schizzato come una bottiglia di birra stappata troppo frettolosamente.

Riccardo Carena