Mortara: all’auditorium il “Festino” del giovedì grasso con il Coro del Borromeo


In scena sabato 5 marzo alle 21 all’Auditorium ascoltare il ‘Festino nella sera del Giovedì Grasso’ di Adriano Banchieri, interpretato dal coro del Collegio Borromeo diretto dal noto Marco Berrini, l’Ensemble vocale EquiVoci con Maurizio Manara al clavicembalo e tre voci mortaresi: Caterina Ferrari, Carolina Trivi e Marco Zorzoli.

I biglietti sono acquistabili in biblioteca o sul sito mailticket.it. Dopo ben due anni di attesa, anche coloro che avevano acquistato il biglietto per il 19 febbraio 2020, potranno finalmente assistere al concerto di Carnevale. Si tratta di un madrigale rappresentativo del 1608 che è punto di giunzione tra la tradizione cinquecentesca del madrigale e la successiva tradizione secentesca teatrale. È un testo sfizioso e divertente che alterna parti più lirico amorose a toni più popolareschi e farseschi nel contesto di una festa dell’epoca, tra il campionario delle diverse classi e situazioni sociali. Le parti linguisticamente più alte mantengono un registro controllato mentre le più basse mischiano il dialetto veneto all’italiano dell’epoca. In quest’opera, come in generale succedeva nel genere all’epoca, l’autore immagina un’impostazione scenica pur senza avere una scenografia. La preminenza, infatti, era data all’impasto sonoro e dunque agli aspetti musicali. Gli allestitori hanno cercato per l’occasione, nel rispetto della tradizione, di dare qualche elemento che evocasse l’atmosfera di festa attraverso i costumi di scena e una tavola imbandita che sarà posta sul palco. Inoltre, Marco Berrini comunicherà col basso continuo di Maurizio Manara, al clavicembalo. Un’opera che è un laboratorio di esperienza polivocale che segna il passaggio alla successiva monodica della tradizione teatrale.

All’ensemble presente saranno affidate le parti più liriche, al coro invece le comiche. Il ritmo è garantito dalla continua interazione tra il coro e i personaggi e dall’alternarsi dei toni e dei registri. L’ambiente sonoro polivocale saprà intrattenere il pubblico dall’inizio alla fine.