Mortara a corto di medici di base, intanto in municipio ha aperto lo sportello di scelta e revoca

Anche Mortara è alle prese con la carenza di medici di medicina di base e l’amministrazione attiva uno sportello per la scelta del dottore. Oltre mille utenti, dopo il pensionamento di una dottoressa, si trovano ora senza medico di famiglia. È possibile scegliere quello nuovo online, ma non per tutti può risultare un’operazione semplice. Per ridurre i disagi l’amministrazione ha attivato presso il municipio di piazza Martiri della Libertà lo sportello per la scelta e revoca. Il servizio è attivo da lunedì scorso, 19 luglio. Non è necessaria alcuna prenotazione, basta recarsi in Comune da lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12, per effettuare la scelta del nuovo medico. “Con il pensionamento della dottoressa Anastassia Tussiu – spiega il sindaco Marco Facchinotti – oltre mille mortaresi sono rimasti senza medico di famiglia. Non tutti sono sono capaci o posseggono gli strumenti per il cambio del medico. Per tutto il periodo di questa emergenza rimarrà attivo il servizio. Nella sola mattinata di lunedì sono state sbrigate quasi trenta pratiche. Non solo scelta e revoca, ma anche esenzioni. Mi piacerebbe prolungare il servizio anche oltre questo periodo di emergenza, ma su questo aspetto è ancora aperto il confronto con Asst”. L’impiegata presente allo sportello per la scelta e revoca del medico è una dipendente di Asst e non comporta un costo aggiuntivo per il Comune di Mortara. “La nostra intenzione – continua il primo cittadino Marco Facchinotti - è quella di offrire un importante servizio ai cittadini rendendolo fruibile in una zona centrale della città. Crediamo di fare cosa gradita a tutte quelle persone che non hanno dimestichezza con internet e che hanno serie difficoltà nello spostarsi per raggiungere l’Asilo Vittoria dove prima era attivo questo servizio ”.

Luca Degrandi