Mortara: è già corsa al bonus spesa da 100 euro, per richiederlo c'è tempo fino al 9 aprile


MORTARA – In poche ore oltre 50 richieste per l'accesso al bonus spesa, ma ne potrebbero arrivare un migliaio. Fare in fretta è importante, c'è tempo fino al 9 aprile. Intanto da venerdì 3 aprile il Comune ha iniziato a raccogliere le domande per l'erogazione del contributo per l'acquisto di generi alimentari. Saranno 100 euro a persona, fino ad un massimo di 400 euro per nucleo famigliare e, soprattutto, fino all'esaurimento degli 85mila euro anticipati per Mortara dallo Stato.

“Da giovedì 2 aprile – spiega l'assessore ai servizi sociali Paola Baldin - è presente sul sito del Comune il modello di autocertificazione che dovrà essere compilato da tutti i cittadini che intendono usufruire di questa misura di sostegno economico. Ma il Comune ha pensato anche a chi non ha dimestichezza o possibilità di usare gli strumenti tecnologici. Infatti all'ingresso del municipio di piazza Martiri della Libertà è stata messo un raccoglitore con i moduli già stampati. Una volta compilata, la richiesta dovrà essere recapitata presso gli uffici dei servizi sociali, oppure via posta elettronica. In ogni caso deve essere allegata la copia di un documento di identità. Le domande dovranno essere presentate entro le 12 di giovedì 9 aprile (sia quelle digitali che quelle cartacee)”.


I CONTROLLI

I sevizi sociali provvederanno a compiere le verifiche su quanto dichiarato. Le domande saranno tutte prese in esame a scorrimento secondo l'ordine cronologico di arrivo.


CHI PUO' ACCEDERE

  • Residenti di Mortara

  • Bisogna dichiarare di non avere disponibilità economiche per soddisfare le primarie esigenze della famiglia.

  • Saranno privilegiati nella graduatoria i richiedenti che non hanno altri tipi di sostegno erogato da enti pubblici (come ad esempio il reddito di cittadinanza o la cassa integrazione).


IL VOUCHER

Il bonus spesa è di 100 euro per il singolo cittadino fino ad un massimo di 400 euro per nucleo famigliare. I voucher saranno erogati in tagli da 20 euro.


COME E DOVE SI SPENDONO

I negozi dovranno aderire all'iniziativa rispondendo ad un avviso di pubblico interesse, anch'esso pubblicato sul sito del Comune.

Posso aderire:

- Supermercati

- Negozi di quartiere

- Farmacie