MiMoAl in causa con Trenord? Intanto incassa la solidarietà trasversale

Se l’intento di Trenord era difendere la sua immagine, allora l’obiettivo è stato fallito in pieno. Infatti si allarga il fronte di solidarietà nei confronti dell’Associazione MiMoAl. Anche Futuro sostenibile in Lomellina manifesta piena solidarietà all’associazione pendolari che ha ricevuto da Trenord la richiesta di risarcimento di 10mila euro per un video che sottolineava i disservizi dell’azienda.

Ma non solo: anche il sindacato del personale ferroviario (Orsa) ha speso parole importanti a favore dei pendolari. L’elenco è completato dal consigliere comunale Giuseppe Abbà, che ha presentato una mozione urgente, e dai consiglieri regionali Andrea Monti e Roberto Mura (Lega), Ruggero Invernizzi (Forza Italia).

“Pur consci che esistono leggi che giustamente tutelano il copyright -prende posizione Alda La Rosa (nella foto), presidente di Futuro sostenibile - invitiamo Trenord a ritirare la denuncia e a dedicare invece tempo e risorse per migliorare un servizio inaccettabile che crea enormi disagi a migliaia di pendolari e alle loro famiglie. In tanti anni non abbiamo assistito a miglioramenti di alcun tipo e a seri investimenti sulla tratta Milano-Mortara-Alessandria, anzi un continuo degrado, un’inefficienza del trasporto pubblico indegno di una regione che si vanta di essere un’eccellenza nel panorama europeo. Una gestione, al contrario, superficiale e sciatta della rete ferroviaria che denota un’assoluta mancanza di attenzione nei confronti dei pendolari. Riguardo alla cifra richiesta ricordiamo che gli associati di MiMoAl dedicano grande attenzione al territorio e, come le associazioni di volontariato, impiega tutte le proprie forze per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Il lavoro fatto è inestimabile”.

Luca Degrandi