Mezzana: violento (e misterioso) incidente, salvato dai carabinieri prima che l’auto prendesse fuoco

MEZZANA BIGLI – L’impatto dev’essere stato violentissimo. Tanto da rendere irriconoscibile il “muso” della Alfa Romeo Mito.

All’interno il pilota, un giovane di 25 anni, era privo di conoscenza, incastrato tra le lamiere e bloccato dalle cinture di sicurezza, mentre il motore dell’auto era interessato da un principio di incendio. Per sua fortuna stava passando da quelle parti la pattuglia dei carabinieri di Pieve del Cairo. I militari, alla vista dell’auto incidentata proprio davanti al muro della casa di riposo accorrevano per verificare quanto fosse successo.

Alla vista del conducente intrappolato tra le lamiere, incuranti delle fiamme che stavano divampando, i militari riuscivano a farsi largo nell’abitacolo prima che lo stesso venisse interessato dall’incendio. Grazie ad un estintore, i militari dell’Arma riuscivano ad arginare la propagazione delle fiamme e, dopo aver rimosso alcune parti del cruscotto ormai disintegrato e dopo aver tagliato le cinture di sicurezza, riuscivano ad estrarre il conducente dall’auto. Questione di attimi. Non appena il giovane conducente veniva messo in salvo, le fiamme aggredivano anche l’abitacolo. Soltanto con l’arrivo dei Vigili del fuoco l’incendio veniva definitivamente domato. Il 25enne è stato trasportato al San Matteo di Pavia, dove si trova ricoverato. I carabinieri stanno ricostruendo la dinamica esatta dell’incidente.