Mercoledì torna l'arte di Roberto Pelli in biblioteca. Affrettatevi a prenotare, posti limitati

Il ciclo di conferenze “Conosci davvero la tua terra?” riparte dai paesaggi lomellini dell'artista mortarese Roberto Pelli (nella foto). Mercoledì 30 settembre alle ore 16, presso la sala Rotonda della biblioteca civica di Mortara, il pittore introdurrà al pubblico sette nuove opere, che rimarranno esposte alla Francesco Pezza per una decina di giorni. Assieme a Pelli, interverrà all'inaugurazione della mostra di pittura anche Maria Forni, ex preside del liceo Omodeo. Questi sette quadri si differenziano in modo netto dal precedente metodo di lavoro adottato dal pittore mortarese: solitamente, Pelli dipinge senza un progetto definito nei dettagli e, strada facendo, si lascia guidare dall'ispirazione. Questa volta, invece, il pittore mortarese ha preso in prestito alcuni versi tratti dalle poesie di Eugenio Montale ed Emily Dickinson, sviluppando con l'arte un'interpretazione personale del messaggio trasmesso dagli autori. La mostra, non a caso, si chiama “Pittura Poesia". “La poesia – afferma Roberto Pelli – può essere un pretesto per l'arte. Per me questo è un nuovo modo di lavorare, mai sperimentato prima. Il progetto si è sviluppato dalla grande passione che io da molti anni provo per le poesie di Montale e di Dickinson, che da sempre sono stati punti di riferimento per i miei quadri. Ci tengo a precisare che nelle sette opere in mostra, proprio perché ho voluto dare una mia interpretazione personale, potrebbe risultare in alcuni casi difficile ricondurre l’immagine a un determinato verso. Questi lavori non sono assolutamente l'illustrazione della poesia. Chi verrà a visitare la mostra, potrà comprendere meglio". Le opere in questione sono state realizzate dall'artista mortarese tra l'anno scorso e quest’anno. Tre opere sono dedicate a Emily Dickinson, le restanti quattro si ispirano ai versi di Eugenio Montale. “Quando faccio un lavoro – conclude Pelli – non parto dal presupposto di cercare consenso. Lo faccio perché mi piace. Vedrò, con questa nuova tecnica, se otterrò fischi o approvazioni. Un giorno, chissà, potrei prendere come riferimento anche altri autori". L’appuntamento di mercoledì prossimo è rigorosamente a numero chiuso e i posti vanno prenotati presso la biblioteca.

Massimiliano Farrell