Mede: la casa di riposo di piazza Marconi sempre più “Covid free” con i lavori alla lavanderia

MEDE – Lavori di adeguamento alla casa di riposo di Mede, per aumentare ancora di più la sicurezza nell’ospizio “Covid free”. Negli spazi della Rsa di piazza Marconi, infatti, da febbraio ad oggi il numero dei contagi da Coronavirus è sempre stato pari a zero. La gestione è affidata alla Fondazione Istituzioni Riunite. “L’organismo di controllo sulla sicurezza della casa di riposo – spiegano dalla Fondazione – durante l’ultimo sopralluogo aveva raccomandato un intervento di messa in sicurezza dei percorsi che collegano il reparto di lavanderia ai reparti dove sono ricoverati gli ospiti. La prossima settimana prenderanno il via i lavori che creeranno due percorsi separati e indipendenti fra la biancheria in arrivo al reparto lavanderia, per essere trattata e sanificata, e quella in uscita che ritorna ai vari reparti”. Si interverrà risolvendo in modo mirato il problema. La soluzione adottata fa parte di un più vasto progetto di ristrutturazione elaborato nel 2018. Quest’ultimo comprendeva un intervento organico nel quale era previsto di coinvolgere il reparto lavanderia insieme a tutto il settore cucine, con la ristrutturazione e ammodernamento della attuale cucina e la creazione di una nuova area dedicata al confezionamento dei pasti da asporto. Inoltre l’accorpamento in un unico blocco dei servizi di spogliatoio, oggi distribuiti in diversi punti della struttura e la realizzazione del nuovo archivio centrale. “Questi interventi – concludono dalla Fondazione Istituzioni Riunite – erano stati programmati per il biennio 2019 – 2020, poi fermati dall’emergenza Covid”. Oltre ai problemi sanitari, la pandemia ha portato anche altre grane, quelle economiche: i pazienti deceduti (in questo caso, a Mede, per altri motivi) non rimpiazzabili, con la conseguenza dei letti vuoti e delle mancate rette. Attualmente la situazione si sta normalizzando: i letti vuoti non superano i 3.

Davide Maniaci