Mede, domenica ricordando le Foibe

MEDE – È ridotta ai minimi termini, ma è sempre una cerimonia solenne. Come se, anche in un periodo ancora d’incertezze, non si volesse assolutamente far mancare la propria presenza. Così domenica 13 febbraio, l’associazione Tradizione e territorio della provincia di Pavia organizza il proprio evento al parco Martiri delle foibe, a Mede. Sarà la posa di una corona d’alloro al cippo che ricorda i caduti sul confine italo-jugoslavo e che si trova proprio all’interno del parco. A Questa commemorazione, ai minimi termini anche come partecipanti, seguirà la Santa Messa delle 10 e 30 nella chiesa parrocchiale dedicata ai santi Marziano e Martino. Durante la celebrazione don Renato Passoni pronuncerà un ricordo dedicato alle vittime delle foibe. “La nostra associazione – aggiunge il presidente di Tradizione e territorio, Guido Bertassi (nella foto) – intende ricordare le vittime di quella sciagurata pagina della nostra storia. Pur col ricordo di don Renato e la posa della corona, in modo sobrio, riteniamo di fare la nostra parte in concomitanza col Giorno del ricordo”. Proprio Tradizione e territorio, anno per anno, ha plasmato quel parco. Prima era un’area senza nome tra via Carlo Marx e piazza Giovanni Paolo II. Dal gennaio 2019 è stata intitolata ai Martiri delle foibe. L’anno dopo, in concomitanza col Giorno del ricordo, era arrivato anche il cippo commemorativo.

Davide Maniaci