Martedì prossimo il saluto al sole in biblioteca: prima giornata estiva con la musica protagonista

Sono già passati sei mesi dall’inizio del 2022 quando ancora c’era l’incertezza sul futuro dei successivi.

Tempo ancora di terze dosi, Green pass base e rafforzato. La cultura ancora ad arrampicarsi su ripidi pendii pur di sopravvivere così come i luoghi in cui si manifesta. Pare però che la stretta si sia allentata e finalmente si possa festeggiare con più serenità, pur con brutti presagi dall’Est, il venire della bella stagione. La Biblioteca ‘Francesco Pezza’ ha organizzato il tradizionale solstizio d’estate, il prossimo martedì 21. Un rito collettivo che comincia all’alba e finisce col tramonto e l’arrivo della sera. Alle 6 del mattino si partirà con la musicista e insegnante di musica Veronica Arlenghi con il suo progetto di musica diffusa. “Un’attività di ascolto attivo, consapevolezza e produzione musicale attraverso il corpo, i cerchi ed i tubi sonori” spiega. A seguire Michele Baldino proporrà delle letture dedicate al sole, nel vasto campionario che offre la letteratura dalle sue origini a oggi. P

oi ci sarà un momento da dedicare al proprio corpo e alle sue percezioni. Francesca Protti guiderà i presenti, che potranno praticare anche da seduti, nel risveglio delle energie attraverso gli Ashta Karana:

“Sono – spiega - gli otto movimenti fondamentali della schiena: flessione laterale, rotazione, estensione, flessione e allungamento del busto, abbandono a terra. Ce ne sono tre serie. Io ne proporrò due intervallate dal piccolo saluto al sole... In una ventina di minuti proporrò dunque: Surya namaskara per due volte, Astha karana I, Surya namaskara altrettante volte, Astha karana II e le stesse serie di Surya namaskara”.

A seguire gli Amicivico17 prepareranno e serviranno la colazione che saranno ben risvegliati e pronti per affrontare la giornata, ma non senza mettere qualcosa sotto ai denti. La seconda manche invece comincia alle 17 e 30 con un’altra serie di letture. Diego Lagrutta leggerà le sue poesie raccolte in ‘Attimi di respiro’ pubblicate con le opere di Chiara Vecchio.

Unione, dunque, di poesia di una vita e di musica giovane. Alla fine, il tradizionale concerto che quest’anno sarà a cura dei The Cadillac Swingers: Marco Fleba, Mauro Canclini, Daniele Gardino (nella foto), Daniele De Palma, Piero Deliperi, Laca Roffino e Yon Didier per una serata indimenticabile all’insegna della festa e del divertimento.

Vittorio Orsina