Luca Battista ci prova a Breme e intanto pensa al referendum per la Provincia di Lomellina

BREME – “La Lomellina deve tornare al Piemonte, com’era fino al 1859, considerato che la Lombardia non ci considera nemmeno di striscio”. L’obiettivo del 42enne vigevanese sembra ambizioso, ma grazie alla campagna elettorale di Breme, dove si candida sindaco alla testa della lista “Patria e libertà-Per la Lomellina provincia”, il seme secessionista potrebbe anche attecchire.

“Stiamo pensando – spiega – di coinvolgere un avvocato per la stesura di una bozza di referendum da distribuire in tutti i Comuni della Lomellina, fra Po, Ticino e Sesia. Mi piacerebbe far partire questa iniziativa il prossimo 17 novembre, data di nascita del mortarese Cesare Forni che si batté per la rinascita della Provincia di Lomellina, ma che fu poi costretto a desistere dopo la rottura con Mussolini fra il 1923 e il 1924. Il capoluogo dell’eventuale Provincia dovrebbe essere Mortara, come fu dal 1713 al 1859”. Luca Battista, presidente del circolo ambientale “Pino Rauti-Destra sociale” di Vigevano, aderente a Fratelli d’Italia, guiderà una formazione di cui fanno parte il sartiranese Lorenzo Zogno (42 anni), consigliere di minoranza uscente e nel 2016 candidato sindaco con Progetto nazionale-Identità lomellina, Massimo Granata, ex assessore a Lomello (67), Noemi Raia (27), Tommaso Marianini, stagista al Parlamento europeo con Carlo Fidanza (22), Massimo Spirolazzi (61), Loredana Camana (65) e Lucia Malvassora (67).

In vista delle elezioni del 3 e 4 ottobre è pronta da alcune settimane Cesarina Guazzora, candidato sindaco di Lista civica per Breme. La 66enne volontaria civica raccoglierà il testimone del gruppo di maggioranza uscente guidato dal marito Francesco Berzero (72 anni), che non potrà ricandidarsi per il quarto mandato consecutivo ma che sarà fra i candidati consiglieri. Con Guazzora ci saranno anche sette consiglieri uscenti: il vice sindaco Carlo Giuseppe Bocca Spagnolo (74 anni), Massimiliano Bertolone (35), Alberto Cavallero (67), Francesca Re Rossi (67), Marcella Recagni (70), Carlo Vaccarone (68) e Gianfranco Zanotti (67). I nuovi ingressi sono Maurizio Epis (58) e Fiorella Spadetto (63). Infine, è probabile la presenza alle elezioni del vigevanese Vincenzo Russo con la lista “L’altra Italia”.

Umberto De Agostino