Lotta ai vunciòn: Granelli sfodera la telecamera che non perdona

Lotta agli abbandoni selvaggi, l’assessore Luigi Granelli “regala” alla Polizia locale la telecamera “assassina”. Infatti proprio in questi giorni gli agenti del comandante Davide Curti potranno utilizzare una nuova telecamera mobile, denominata “e-killer”, capace di riprendere e segnalare gli abbandoni di rifiuti lungo le strade. Lo strumento tecnologico è stato fornito all’ente pubblico dalla ditta Nivi di Firenze nell’ambito dell’accordo per il recupero bonario delle multe.

“Si tratta di una telecamera di nuova generazione – spiega l’assessore alla sicurezza - che riesce a individuare i fenomeni di abbandono grazie ad un sofisticato sistema basato sui pixel registrati. Infatti l’occhio elettronico immagazzina l’immagine della strada e poi rileva il transito di oggetti e persone. Quando l’automobile o la persona abbandona il campo visivo della telecamera il sistema confronta ciò che sta riprendendo con l’immagine precedente e individua la presenza di nuovi pixel che prima non c’erano. In questo modo, praticamente in tempo reale, può essere individuato un abbandono per la strada. L’avanzata tecnologia di queste telecamere consente di visionare subito i frames che interessano, consentendo agli operatori di individuare in poco tempo i responsabili della violazione”. Inoltre la telecamera è una vera e propria trappola. Infatti il dispositivo ottico è posizionato su una sonda che termina in una valigetta che può essere facilmente occultata. Difficile individuare il dispositivo. Risulta invece molto maneggevole e facile il suo utilizzo da parte degli agenti. “Rispetto alle altre telecamere mobili a nostra disposizione – continua Luigi Granelli – quest’ultima non richiede l’utilizzo di supporti per essere posizionata.

La sua installazione è molto semplice e veloce. Il suo utilizzo è previsto già in questi giorni, anche se ovviamente non posso dire in che luogo sarà collocata”.

Luca Degrandi