Lomellina Minibasket non spegne i motori grazie agli allenamenti a distanza

GARLASCO - L’istruttore del Lomellina Minibasket Mattia Forni (nella foto) ha descritto il momento difficile dei piccoli atleti e il tentativo della Società di non fermarsi ma di proseguire gli allenamenti attraverso le piattaforme digitali. In attesa di avere novità da parte della Federazione circa alcuni spiragli per l’avvio dei campionati giovanili la Lomellina Minibasket continua ad allenarsi sfruttando le più comuni piattaforme digitali di comunicazione. “A settembre avevamo cominciato un programma di allenamenti all’aperto studiato appositamente a seconda delle categorie per sopperire all’impossibilità di usare la palestra. Purtroppo con l’avvento della brutta stagione e soprattutto con le misure restrittive stabilite dal Governo ci siamo visti costretti ad interrompere anche queste sedute”, così l’istruttore responsabile Mattia Forni ha descritto il programma di allenamenti rivisto che la società aveva messo in piedi. Da qualche settimana ormai le 12 squadre giovanili della Lomellina Minibasket stanno affrontando allenamenti soltanto in versione digitale. Dalle 2 alle 3 volte a settimana il pool di istruttori qualificati, che si occupa di seguire tutte le categorie dai 5 anni in su, ha organizzato riunioni digitali in cui svolgere alcuni speciali allenamenti. Ancora Forni “il nostro programma prevede allenamenti diversificati per categorie e tipologia. Una serata è dedicata alle famiglie, una ai più piccoli, e alcune a tutti gli atleti insieme. Più che l’aspetto sportivo e fisico, chiaramente penalizzato da questa modalità a distanza, ciò che cerchiamo di mantenere e coltivare è la costante presenza della Società al fianco di ragazzi e genitori”. Dunque un impegno complicato e reso ancora più difficile da problemi vari che vanno dalle connessioni, alla partecipazione via via più ridotta, fino alle esigenze scolastiche in Dad che chiaramente limitano gli spazi alle realtà sportive. La società sorta nel lontano 2008 e ancora oggi orientata intorno alle città di Garlasco, Gropello Cairoli e Tromello, è ora in attesa di una comunicazione ufficiale da parte della Federazione Italiana Pallacanestro. Al momento infatti l’inizio dei campionati è fissato per il 16 gennaio, ma l’evoluzione continua di protocolli e decisioni mette a serio rischio questo start programmato. L’intera struttura delle squadre giovanili è collegata alla Pallacanestro Tromello, che milita in Serie D e rappresenta il punto di approdo finale dei giovani atleti tesserati per la Lomellina Mini Basket. Anche i grandi della prima squadra di Tromello sono però al momento fermi, in attesa di avere novità in merito ai campionati.

Andrea Pugno